Poesia della colazione lunga

di Martina Rosella

soldatino-di-piombo

Sei un bambino cresciuto
barbuto soldatino
che ti accartoccio per strada
un po’ fidanzata un po’ malocchio.
Non mi fai quella paura elegante
croccante panatura
leggerezza ammaestrata
o crostata all’ebbrezza,
non mi arrechi neanche danno
di compleanno pieno di sprechi.
Non sei neppure splendido pensiero
piccolo veliero candido,
eppure nuova mi fai:
ai! se le rompi le uova.

Annunci