parlaebasta

"Le parole fanno l'amore sulla pagina come mosche nella calura estiva e il poeta è solo lo spettatore perplesso"

Mese: marzo, 2016

Febbre

Avere la febbre è un dono degli dei
e ti appoggi dove puoi a fluttuare
senza conoscere mai la gravità.
È come un ordine del ministero
di una calma non voluta
e puoi fare in due modi
o scegli il buono e ti lamenti,
o scegli il grigio e tutti i santi.

 

Illustrazione Giulia Tomaifebbre giulia tomai.png

Annunci

Va bene

così quello che viene anche in prestito va bene

Mi voglio innamorare senza vento

una volta a settimana

con folle allegra gelosia

e non piantare a fondo

se non la vita e

il sorriso tuo

ballando di euforia

così quello che viene

anche in prestito va bene.

Quando ero ballerina

anna di prospero

foto di Anna Di Prospero

 

 

Penso di essere stata ballerina in una vita precedente

volteggiavo invece di parlare, e alla mattina

facevo movimenti eleganti alla sbarra per stirarmi,

ma senza la sbarra, seduta al tavolino, e mi specchiavo in silhouette alla finestra.

Ricordo che i miei sguardi valevano come chiudere gli occhi

dolcemente, per seduzione e natura incantata;

le gambe erano solo la fine dei discorsi, e facevo ridere

o piangere, con saltelli da giullare o falcate volanti

di aquila.

Finché una volta devo aver ballato qualcosa di troppo bello

che me ne sono andata.

Come quando ne trovi di metafore,

e sei felice, e non ti accorgi che ti segue l’altro,

quello che non avevi visto mai.

 

Penso di aver continuato a ballare in quell’altrove, me lo ricordo,

ma ero libera e lui non aveva parole.