Le cose stupide

Quand’è che hai fatto una cosa stupida?

Definisco stupido quel qualcosa che non dovrei fare

E se non lo definisco è perché, sì, anch’io, ma è da grande che voglio imparare.

Lo so, non hai mai fatto cose stupide o forse io non c’ero e non lo posso sapere,

fatto sta che ci rifletto adesso, e mi interrogo, interrogo

pure, il fondo del bicchiere.

 

Ti manco?

No, non hai mai fatto cose stupide, lo so.

Io le faccio di continuo, ma non credo d’essere stupida.

La pazienza è la virtù dei forti,

e gli stupidi non hanno virtù?

Forse avrei dovuto chiederti se pensavi d’esser stupido o virtuoso:
certe volte le risposte riescono a sorprendere.

 

E le foto, delle foto che mi dici?

Ti sei mai fatto una foto scema?

Quelle sì, me le ricordo anch’io,

ma forse non contano.

È brutto quando impari la parola “oblio”.

 

Ti capita di dimenticare?

Lo so, t’addormenti, spesso. Sogni.

Te lo ricordi poi cosa sogni?

Lo so, a volte.

Poi ti gratti la testa, prendi un caffè.
Ieri ho pensato a te.

 

I funghi non mi sono mai piaciuti troppo,

non scelgo di mangiarli se non sono felice.

ti ricordi come prendo la pizza?

Se stiamo insieme di’ che ci voglio i funghi

Che tanto va bene.

Annunci